Via Metauro 1/B - 00198 Roma

Rimpatrio e spedizione salme in tutto il Mondo


Come ben sappiamo la morte purtroppo è una variabile della vita impossibile da prevedere, tranne in rari casi come una grave malattia. Proprio in merito allo spegnimento della vita di un essere umano, può capitare che questo evento nefasto avvenga all’estero, e non in Italia. Quando ci si trova a dover affrontare una situazione del genere,  bisogna avvertire lo staff dell’agenzia funebre affinché si possano interfacciare con le rappresentanze consolari che forniscono assistenza e consulenza per il rimpatrio di salme di cittadini italiani deceduti all’estero. Tutte quelle pratiche di ordine burocratico, saranno svolte dall’agenzia per far si che voi non vi preoccupiate di nulla durante quei giorni, particolarmente sensibili e difficili emotivamente. Quindi, l’agenzia provvederà ad inoltrare la richiesta di autorizzazione al Comune italiano per la tumulazione della salma o delle ceneri e al rilascio del passaporto mortuario, fondamentale, senza il quale è impossibile portare legalmente un corpo senza vita da un Paese ad un altro. Per poterlo richiedere, dovrete fornire alcuni documenti all’addetto della pompa funebre che svolgerà la pratica al vostro posto, quali: il certificato di morte; il certificato dell’ autorità sanitaria locale per questioni igieniche di sicurezza ed infine il certificato che attesti che il decesso sia stato causato da malattie infettive e relative zone, e di natura endemica. In questo modo, avrete tutte le carte per far si che voi e i vostri amici, possiate dare un ultimo saluto al vostro caro e allestire una camera ardente e cerimonia funebre, subito dopo il rientro in patria. 

Rimpatrio e spedizione salme
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.